COMUNICATO STAMPA

 Venerdì 9 dicembre alle ore 18, presso la Sala Conferenze della “Fondazione  Città dei talenti” , sita in Cagliari via San Giorgio 10,(con parcheggio interno)

si terrà

 la conferenza stampa di presentazione del  brano  singolo  “Ripartiremo”, composto dal cantautore cagliaritano Mattia Sanna ed eseguito da 15 artisti sardi (“Artisti sardi per Amatrice). I proventi di questo brano saranno destinati al sostegno della popolazione colpita dal terremoto.

Presenti in sala tutti gli artisti che hanno preso parte al progetto:

Mattia Sanna (ideatore e autore del brano),  Marinella Angiargia pianista, Giuseppe Cocco arrangiatore , Alessandra Atzori, Elide Uchesu  soprani, Francesco Scalas tenore, Claudia Putzu, Valeria Onnis, Alessia Casu, Marta Moricio, Sara Melis,  Alessio Gaviano, Alessio Pizzoni, Alessandro Orrù , Alessandro Garau rapper.

Tra gli ospiti anche alcuni rappresentanti della Società Sportiva “Cagliari Calcio”, società che, come sarà illustrato in conferenza, ha abbracciato questo progetto.

La conferenza è aperta al pubblico

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Tag:,

Comments Nessun commento »

La Piazza Repubblica in una foto degli anni 60 e in una di oggi

Tag:, ,

Comments Nessun commento »

La Via Sant’Eusebio e una delle prime auto in circolazione a Cagliari

Tag:,

Comments 1 Commento »

La musica è un grande mezzo per stimolare la sensibilità della gente. Ed è con la musica che a Cagliari si sta cercando di raccogliere fondi per dare un po’ di sollievo alle popolazioni colpite dal terremoto che, ahimè  in tante sono ancora in attesa di una sistemazione sicura.

Un gruppo di 16 cantanti sardi (Artisti sardi per Amatrice)  metteranno in rete un brano scritto da uno di loro, il cantautore 19enne Mattia Sanna, i cui proventi andranno tutti alla cittadinanza di Amatrice. Il brano  si potrà scaricare (e quindi in questo modo contribuire alla raccolta fondi),  da tutti i principali store  su internet.

In attesa dell’uscita di questa canzone anche il mondo della musica classica si sta adoperando per lo stesso scopo.

Al Teatro Lirico di CagliariVENERDI’ 2 DICEMBRE si terrà un concerto straordinario di beneficenza, in favore delle popolazioni colpite dal sisma, promosso dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Cagliari e dal Comitato UNICEFdi Cagliari

La serata prevede l’esibizione dell’Orchestra del Teatro Lirico, diretta dal giovane maestro milanese Giampaolo Bisanti, tra i migliori interpreti del grande repertorio musicale che ritorna a Cagliari dopo il successo dei concerti dello scorso febbraio. Nel ruolo di solisti si esibiscono: Daniela Schillaci (soprano), Valentina Boi (soprano), Cristina Melis(mezzosoprano), Massimiliano Pisapia (tenore), Roberto Frontali (baritono).

Il programma musicale del concerto prevede l’esecuzione di: Sinfonia da Il Barbiere di Sivigliadi Gioachino Rossini; Tacea la notte placida. Di tale amor e Condotta ell’era in ceppi da Il Trovatore di Giuseppe Verdi; Sì, mi chiamano Mimì da La Bohème di Giacomo Puccini; E lucevan le stelle da Tosca di Giacomo Puccini; Perfidi! Pietà, rispetto, amore da Macbeth di Giuseppe Verdi; Sinfonia da Guglielmo Tell di Gioachino Rossini.

L’ingresso alla manifestazione è gratuito, anche se il ricavato delle offerte, a fine serata, verrà interamente devoluto al Commissario Straordinario per la ricostruzione di una scuola sicura.

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono +39 0704082230 – +39 0704082249, fax +39 0704082223, biglietteria@teatroliricodicagliari.itwww.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram. Biglietteria online: www.vivaticket.it

FONTE: Musicamore blog

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

 

All’8° piano di un palazzo sito a un passo dal Teatro Lirico e davanti al bellissimo Parco della Musica, è sorto un BeB stupendo a 5 stelle. Si chiama Attico Bianco e lo consiglio vivamente a tutti quei turisti che decidono di venire a visitare la nostra meravigliosa città o a coloro che vengono per motivi di lavoro.

Non è un BeB qualunque. Nell’Attico Bianco si respira la città. Ogni angolo, ogni dettaglio, è realizzato in modo che il turista possa desiderare di visitare Cagliari e le sue bellezze in tutte le sue sfumature. Ogni stanza ha come cornice una gigantografia con uno scorcio della città mentre uno schermo TV diffonde la “voce” del mare del Poetto, la bellissima spiaggia dei cagliaritani.  Le stanze sono tre, con  letti matrimoniali;  le finestre sono panoramiche si affacciano sulla città.

Ogni camera ha il suo bagno studiato affinchè vi sia il massimo confort, così pure i climatizzatori e le luci. Nulla è lasciato al caso.Le stanze sono accomunate da una sala cui è possibile gustare una raffinata colazione,  usufruendo di accessori quali macchinetta per il caffè, tostapane, scalda acqua ecc.

“Ho cercato di rispettare tutti i criteri del vero BeB” – riferisce la padrona di casa Ada Anchisi.

Che dire… anche se siete di Cagliari andatelo a visitare per poterlo così consigliare in prima persona ai vostri amici trasfertisti.

Di seguito alcune foto realizzate ieri in occasione dell’inaugurazione

BeB  ATTICO BIANCO

 

 

 

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

Da anni , l’area antistante la questura, dietro il Palazzo di giustizia, è un immondezzaio vero ricettacolo di blatte e topi. E’ transennato, e c’è anche un cartello di lavori in corso, ma di sistemazione neppure l’ombra

 

Comments Nessun commento »

A CACCIA DI DIVERTIMENTO, DI MUSICA E …. DI PREMI!

Un pomeriggio alternativo in giro per la nostra bella città, a …. suon di musica?
Una passione per i quiz, i rompicapo e gli enigmi, … da affrontare con spirito di squadra?
Ecco una occasione per tutti: per famiglie, per ragazzi, per non più ragazzi, per gruppi di amici, per appassionati di cacce al tesoro, per appassionati di musica, per curiosi….
Vi potrete cimentare in un percorso a tappe con prove di abilità e ingegno in cui il tema conduttore sarà la musica.

Sostieni Studium Canticum ed i suoi festival musicali partecipando alla Caccia al tesoro musicale.
Potrai volare dove più ti piace, andare a teatro, in libreria, all’opera, gustare il mitico panino Studium Canticum!

PREMI IN PALIO

Primo premio del valore complessivo di € 1000.00 (voucher agenzia di viaggi)

Secondo premio del valore complessivo di € 500.00 (voucher Teatro lirico)

Terzo premio del valore complessivo di € 250.00 (voucher libreria)

Quarto premio del valore complessivo di € 50.00 (voucher visite guidate)

Premi di consolazione dalla quinta alla decima squadra classificata

Contributo di partecipazione
€ 40 a squadra (le squadre devono essere di quattro componenti, se non hai una squadra completa guarda nel Regolamento come partecipare)

I contributi della Caccia al tesoro musicale confluiscono nella raccolta fondi per la realizzazione delle attività istituzionali nell’anno 2016, con particolare riferimento all’evento Spettacolo Aperto.

Come partecipare

  1. Leggi il Regolamento
  2. Compila la Scheda di iscrizione e, se necessario, la Liberatoria per i minorenni.Nota: se scegli di pagare in persona puoi compilarli contestualmente.
  3. Paga qui con la carta

    oppure di persona

    • nella chiesa di S. Maria del Monte in via S. Croce (snc), il lunedì ed il venerdì con orario 19.00-21.00 a partire dal 03/10/2016
    • presso il negozio Cornershop in Via Alghero 33, il giovedì, il venerdì ed il sabato con orario 10.00-13.00; 17.00-20.00 a partire dal 06/10/2016
  4. Ritira il kit della squadra sabato 22 ottobre, tra le 10.00 e le 14.00, presso il gazebo Studium Canticum ai Giardini Pubblici
  5. Raduna tutta la squadra sabato 22 ottobre tassativamente entro le 14.30, presso il gazebo Studium Canticum ai Giardini Pubblici
  6. Trova il tesoro! :-)

Termine ultimo di iscrizioneOre 12.00 del 22 ottobre

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

La ZEDDA PIRAS nasce nel 1854 ad opera di Francesco Zedda, che associa
al cognome paterno
(Zedda) quello materno (Piras) per distinguere la propria attività da quella di alcuni altri operatori del medesimo settore con lo stesso cognome.

II primo stabilimento vinicolo nasce dunque nelle vicinanze di Cagliari e si dota subito di una organizzazione commerciale in Sardegna, in Italia e all’Estero.

La vecchia sede , che si trovava nell’attuale  viale Ciusa all’incrocio con Via Biasi, è in completa trasformazione. Sorgeranno infatti nuove abitazioni, negozi e uffici.

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Liricittà è il titolo di una rassegna che intende riportare la lirica e il belcanto alle sue origini cioè alla sua natura popolare, proponendola in contesti quali spazi architettonici, piazze, scalinate, vie, borghi.

Angoli della città che diventano palcoscenici sotto il cielo per far conoscere a tutti, cittadini e turisti il potere comunicativo della musica e del belcanto.

Non perdete quindi questo appuntamento fisso, tutti i martedì di agosto alle ore 22 nella suggestiva cornice della Salita Santa Chiara (PIAZZA YENNE) nel cuore della città di Cagliari.

Domani MARTEDI’ 22 agosto ore 22

soprano VIOLA PISANO

mezzosoprano MARTINA SERRA

al pianoforte il m° ANDREA COSSU

I concerti sono organizzati con la collaborazione delle attività commerciali

 

FONTE: Musicamore blog

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

Questa casetta affianco alla Grotta della vipera a chi apparteneva? Quando e come è stata distrutta? Perchè?

Tag:, , ,

Comments 2 Commenti »

Tag:, , ,

Comments 2 Commenti »

Uno dei palazzi più antichi della via Alghero come si presenta oggi completamente ristrutturato. In quello stesso tratto di strada ora si stanno facendo lavori di restauro.

sotto per capire meglio il punto esatto

Tag:, ,

Comments Nessun commento »

1960-2016

Le prime notizie certe del quartiere risalgono al 1254, data di fondazione del convento dei Domenicani.
Villanova è il quartiere del centro storico che ha conservato maggiormente il carattere di “borgo” con le lunghe file di case a pochi piani e omogenee fra loro. E’ anche l’unica parte antica di Cagliari che conserva, nascosti dietro muri lungo le vie, cortili e piccoli giardini che rendono l’idea di come era un tempo.
La via Garibaldi, che può considerarsi il limite inferiore del quartiere, è ormai completamente commercializzata ed è una delle strade più vivaci della città oltre ad essere una delle poche pedonalizzate.
Delle antiche mura è rimasto solo il nome di un piccolo passaggio in comunicazione con la via S. Domenico, chiamato portico Romero.

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

Il complesso monumentale di San Michele è composto dalla chiesa monumentale barocca e dall’ex residenza, un tempo noviziato gesuitico nella città di Cagliari; tra la via Azuni e la via Ospedale, ed è officiata dai padri gesuiti.

L’edificio sacro, per le sue linee architettoniche, per l’apparato decorativo e per le opere scultoree e pittoriche che custodisce, rappresenta la principale testimonianza di arte barocca in Sardegna. Annesso alla chiesa sorgeva l’ex Casa del noviziato dei gesuiti, dal 1848 Ospedale Militare, oggi [2016] Dipartimento Militare di Medicina Legale.

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

 

1926 – 2016

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

Ritornare al mio Poetto, anche solo per poche ore ogni estate, è una sensazione bellissima. Io sono nata e cresciuta qui, in questa spiaggia,  dove dai primi di giugno alla fine di settembre ci si vestiva solo col costume da bagno e la nostra “villetta estiva” si chiamava Casotto e distava dalla riva poco meno di 100 m. Solo noi cagliaritani comprendiamo il significato del “suono”  delle ondine, del profumo di salsedine, dei piedi a mollo sulla battigia dove le  mormorette , ancora oggi, ti solleticano la punta delle dita!

Nonostante siano passati diversi decenni da allora, le cose non sono cambiate molto.

Per me il Poetto d’estate è una sorta di palcoscenico a cielo aperto, sarà una deformazione professionale, ma vi giuro che se oggi avessi potuto farne un film avrei dato del filo da torcere  ai fratelli Vanzina.

Allora, come oggi, andare al Poetto di domenica è sempre un’impresa soprattutto per chi non si appoggia, per vari motivi (soprattutto economici) agli stabilimenti o alle cooperative.

Il primo ostacolo è il parcheggio. Alle 9,30 ci siamo ritenuti fortunati ad aver trovato un aborto di parcheggio sul ciglio dello stradone. Chi è arrivato mezz’ora dopo credo abbia deciso di rinunciare alla mattinata e probabilmente si è messo in attesa per  il secondo turno e cioè quando i  mattinieri decidono di rientrare.

La spiaggia,  già superaffollata, ci ha creato  difficoltà a trovare uno spazio dove  piazzare l’ombrellone. Una volta sistemati  e seduti nelle nostre poltroncine ci siamo sentiti come a teatro. Ogni cosa che ci girava intorno era parte di una grande commedia già vista.

Alla mia sinistra due persone mi osservavano con insistenza quasi imbarazzante, poi ho capito il motivo. Una di loro si è avvicinata chiedendomi gentilmente di  custodire le loro borse durante il bagno. Mi ha lusingato  sapere che ho una faccia che ispira fiducia. Erano persone mai viste prima che mi affidavano i loro oggetti personali, e di questi tempi…

La tecnologia ha preso il posto dei giornali. Un tempo, sotto l’ombrellone si sfogliava “l’Ugnone” che, aperto, faceva ombra ai piccolini che giocavano con paletta e secchiello. Oggi c’è l‘Ipad e gli smartphone che non fanno ombra ma in compenso sono un continuo spunto di crastulo. Tre ragazzini , con un tablet, hanno sbirciato a lungo su Facebook tutte le foto personali di alcune loro compagne di scuola con annessi commenti di ogni genere.

Davanti a me, un bel gruppetto di amici di mezza età, probabilmente arrivati in spiaggia dalle prime ore del mattino forse da qualche paesino, hanno giocato  a lungo al “Gioco dell’oca“. Ogni tanto davano uno sguardo alle loro borse frigo e commentavano. Non vedevano l’ora di aprirle e tirare fuori tutte le vettovaglie. Ma l’ora del pranzo era ancora lontana.

Poi ho deciso anche io di prendere  un po’ di sole avviandomi verso la battigia. Devo dire che da questa visuale è stato come se fosse iniziato il secondo atto della commedia.

Prima di tutto la passerella, perchè di questo trattasi. Ragazzi e ragazze a petto in fuori , con tatuaggi in ognidove, facevano vasche avanti indietro per mostrare i risultati del lavoro invernale in palestra.  In questo via vai  c’era l’ex playboy infiltrato che ha dimenticato gli anni a casa.  Per qualche minuto ha tentato di mostrare i pettorali mandando dentro gli addominali con un risultato alquanto patetico soprattutto nel tentativo di  ”abborsare” la 20enne di passaggio. La frase “ehi nonno dove hai lasciato il bastone!” ha fatto sorridere diverse persone intorno.

C’era il capannello di signore di mezza età che parlando di cucina, alternavano la descrizione particolareggiata di  ricette super caloriche a frasi del tipo “Ceeee, bisogna che prima o poi mi metta a dieta“. Di rimando i loro mariti, poco più in là, si confrontavano sulle squadre di calcio e i giocatori più quotati. Inevitabile la frase: “ma Giggiriva era tutta un’altra cosa!” Poi tentavano una finta allerta ad ogni passaggio di venditore africano con frasi del tipo “non sono razzista ma…”

Per un attimo i miei pensieri sono volati indietro nel tempo. Ho rivisto la mia infanzia lì, con i miei genitori e i loro amici che chiacchieravano  di cucina e calcio. In mano non avevano lo smartphone ma una lenza  e, in attesa che il “mummungione” abboccasse, ognuno chiacchierava con l’amico a fianco. Tutti in fila lungo la battigia mentre noi bambini cercavamo nella sabbia umida le telline e i vermetti per le loro esche.

Un gridolino mi risveglia da quei ricordi. E’ un bambino di pochi anni che con gioia ammira l’aquilone che suo padre era riuscito a far volare. Un aquilone di carta che, nonostante la tecnologia, ancora stupisce  e fa gridare di gioia un’innocente.

Video importato

YouTube Video

 

 

 

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments 7 Commenti »

Tornano le notti colorate a Cagliari per la 5° edizione dell’estate cagliaritana. Non solo shopping ad accendere Cagliari ma tanto altro fra spettacoli, concerti, eventi e apertura dei musei in contemporanea con gli appuntamenti del giovedì.

Nelle vie principali di Cagliari i negozi resteranno aperti fino alla mezzanotte e le passeggiate saranno allietate da piccoli concerti e spettacoli allestiti per le strade.
Nei Giardini Pubblici inoltre, si svolgeranno delle serate dedicate agli anni settanta, correlate al tema della collezione di arte contemporanea della mostra di Rosanna Rossi. Le serate saranno arricchite da incontri con artisti e critici, da una rassegna musicale e cinematografica e da flash dedicati al territorio sardo.

“L’idea è quella di estendere la stagione estiva anche a settembre e ottobre – ha spiegato nel corso dell’apposita conferenza stampa il Sindaco Massimo Zedda – in collaborazione con i commercianti e le associazioni di categoria, l’obiettivo è quello di coinvolgere tutti i cittadini ma anche i turisti”.
A questo proposito infatti verrà prolungato anche l’orario di apertura degli infopoint che resteranno a disposizione degli utenti fino alla mezzanotte proprio per incentivare le varie iniziative.

“Cagliari, essendo una città sempre più turistica, coinvolgerà le strutture ricettive del litorale” ha aggiunto la dirigente Antonella Delle Donne, Dirigente del Servizio Attività Produttive e Turismo che ha partecipato, insieme ai rappresentanti delle Associazioni dei consumatori, all’incontro con la stampa.

Parallelamente all’iniziativa, i commercianti di una delle vie più caratteristiche di Cagliari propongono “Estate in Corso”, un progetto per il quale i negozi del Corso Vittorio Emanuele resteranno aperti fino alla mezzanotte non solo il giovedì ma anche nei week-end.

Centro città ma non solo, visto che sono diversi gli eventi e le presenze già confermate che animeranno l’Arena S.Elia. Tra i tanti, Vinicio Capossela e Malika Ayane rispettivamente il 28 e 29 luglio, il Sardinia Live Contest il 3 agosto, l’Hip Hop Alert con Guè Pequeno e Clementino il 4 agosto, De Gregori il 30 agosto e gli Afterhours il 3 settembre.

Protagonista delle notti dell’estate cagliaritana anche il quartiere Sant’Elia dove andrà in scena  l’ottava edizione della Sagra del Pesce.

Inoltre dal 6 al 10 agosto Cagliari ospiterà uno spettacolo di grande spessore con ballerini e artisti italiani di prim’ordine: Notre Dame de Paris.

“I sardi devono essere orgogliosi di essere isolani e non devono più sentirsi isolati” queste le parole del sindaco in chiusura.

  • 29 giugno 2016

 

Tag:, ,

Comments Nessun commento »

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »